La difesa di Sanremo

sanremo 2021

Sono da poco sfilati i titoli di coda del Sanremo # 71. Il festival della pandemia. Si spera sia stato il primo e l’ultimo. Piacciono a tutti le novità, ma questa proprio è da dimenticare. Notiamo subito che la risposta televisiva, nonostante tutto, si è ben difesa mostrando uno share del 53,3% nella serata finale. La coppia amica AmadeusFiorello ha mostrato non solo conferme, ma anche una crescita di sintonia davvero ragguardevole. Le ore piccole della kermesse sono state l’unico neo che si potesse rilevare.

Detto che per il buon “Ama” non ci sarà un Sanremo ter, analizziamo da vicino la gara canora. Iniziando doverosamente dai vincitori. I Maneskin, col brano Zitti e buoni, si sono aggiudicati l’edizione di quest’anno del Festival dei Fiori. Per i pochi che non li conoscessero, i Maneskin sono un gruppo romano di quattro giovani già carichi di esperienza e di successi.

La loro vittoria è vista quasi come una rivincita dopo il secondo posto rimediato a XFactor del 2017. E la conquista del podio più alto sorprende lo stesso gruppo, incredulo per l’affermazione. Alla vigilia gli esperti avevano sentenziato che il brano non fosse adatto per la tradizione sanremese. Gli altri due gradini premiano quali secondi il duo Fedez-Michielin con il brano Chiamami per nome e decretano solo terzo Ermal Meta, deluso dopo aver capeggiato la classifica parziale delle altre quattro serate. Un milione di cose da dirti è stato il pezzo proposto dall’italo-albanese. Willie Peyote, sesto in classifica generale con il brano Mai dire mai, si aggiudica il premio della critica Mia Martini. Irama, in quarantena, con l’assenso encomiabile dei colleghi, si è proposto con una clip registrata, ottenendo la sesta piazza.

Si difende bene Arisa che nel titolo del suo brano Potevi fare di più sembra si rifletta. Chiude decima. Bugo rimedia una imbarazzante 24esima posizione, ma certo non brilla nell’interpretazione del suo E invece si. Ottima invece la performance della coppia Colapesce-Di Martino, che guadagnano una lodevole quarta posizione con il brano Musica leggerissima, molto gradevole. Flop evidenti quelli fatti registrare da Francesco Renga e Max Gazzè (posizione 22 e 17). Malika Ayane finisce quindicesima con il brano Ti piaci così. Meritava qualcosa in più.

Prova a rispolverarsi Orietta Berti che porta al nono posto il suo Quando ti sei innamorato. Buona conferma per Annalisa (settima) e ottima la giovanissima Madame (ottava nella graduatoria). Molto di più meritava il gruppo Extraliscio Toffolo, apparsi brillanti nel proporre il pezzo Bianca luce nera. Alla fine conquistano la posizione numero dodici.

Alfonso Alfano
About Alfonso Alfano 17 Articoli
Appassionato di sport, tecnologia, storia e astronomia, più in generale sono una persona curiosa e testarda; adoro cimentarmi in nuove avventure, da ormai più di un decennio scrivo sul web, dove svolgo diverse attività lavorative, SEO e copywriting su tutte.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.