“Le cose che non ho”, Marco Mengoni lancia un messaggio ai suoi fans

marco mengoni album

Il nuovo album di Marco Mengoni, “Le cose che non ho“, uscirà il 4 dicembre, la particolarità di questo album è che la track list è stata creata pensando ad un messaggio da lanciare al mondo e non seguire la logica dei classici titoli di canzoni.

Il consiglio è quello di leggere i titoli tutto in un fiato in modo tale da comprendere il messaggio che intende fare arrivare al suo pubblico. Marco Mengoni fin da piccolo ha avuto la passione per la musica, infatti faceva parte di un quintetto, a sedici anni decise di seguire la carriera da solista avendo sempre ben presente l’obiettivo da raggiungere. Il vero successo lo ha raggiunto quando nel 2009 ha vinto la terza edizione di XFactor.

Oggi vanta la bellezza di 1.150.000 copie vendute complessivamente. Nel 2010 Marco Mengoni si aggiudica il terzo posto a Sanremo con la canzone “Credimi ancora” vincendo quello del 2013 con “L’essenziale“. Il suo soprannome è “RE MATTO“, inoltre è il primo cantautore ad aver vinto il “Best European Act” agli MTV Europe Music Awards del 2010 e del 2015 ed ha ottenuto anche il privilegio di esibirsi al “Billboard Film & TV Music Conference di Los Angeles” nel 2013.

Altro primato è quello di essere arrivato come finalista al “Worldwide Act “agli MTV Europe Music Awards 2013. La ciliegina sulla torta arriva nel 2014, quando viene eletto Miglior cantante italiano ai “Nickelodeon Kids’ Choice Awards 2014 di Los Angeles”. Una carriera costellata da brani di grande successo che nel giro di pochi anni lo hanno fatto diventare uno degli artisti italiani più affermati sia in Italia che all’estero.

Le cose che non Ho
1) Pensare che
2) Ti ho voluto bene veramente
3) Pensare che dietro ai silenzi non si
4) Resti indifferente
5) Smarriti dalla paura
6) Paralizati dal futuro
7) Ed è questo viaggio
8) A ricordarmi ancora
9) Le cose che non ho
10) Ma che voglio conquistare
11) A partire da ieri

Ti ho voluto bene veramente

Così sono partito per un lungo viaggio
lontano dagli errori e dagli sbagli che ho commesso
ho visitato luoghi per non doverti rivedere
e più mi allontanavo e più sentivo di star bene
E nevicava molto però io camminavo
a volte ho acceso un fuoco per il freddo ti pensavo
sognando ad occhi aperti sul ponte di un traghetto
credevo di vedere dentro il mare il tuo riflesso
le luci dentro al porto sembravano lontane
ed io che mi sentivo felice di approdare
e mi cambiava il volto, la barba mi cresceva
trascorsi giorni interi senza dire una parola
E quanto avrei voluto in quell’istante che ci fossi
perché ti voglio bene veramente
e non esiste un luogo dove non mi torni in mente
avrei voluto averti veramente
e non sentirmi dire che non posso farci niente
Avrei trovato molte più risposte
se avessi chiesto a te ma non fa niente
e non posso farlo ora che sei così lontana
Mi sentirei di dirti che il viaggio cambia un uomo
e il punto di partenza sembra ormai così lontano
la meta non è un posto ma è quello che proviamo
e non sappiamo dove né quando ci arriviamo
Trascorsi giorni interi senza dire una parola
credevo che fossi davvero lontana
sapessimo prima di quando partiamo
che il senso del viaggio e la meta è il richiamo
perché ti voglio bene veramente
e non esiste un luogo dove non mi torni in mente
avrei voluto averti veramente
e non sentirmi dire che non posso farci niente
Avrei trovato molte più risposte
se avessi chiesto a te ma non fa niente
e non posso farlo ora che sei così lontana
Non posso farlo ora

About Valeriano Attanasio 52 Articoli

Meridionale dalla nascita ed appassionato praticamente di tutto, tranne che di argomenti oggettivamente noiosi, credo molto nel potere della comunicazione e nell’importanza di saper trovare un argomento interessante quando la conversazione ristagna. Scrivo articoli web per numerose testate online così da tenermi sempre aggiornato e sviluppare una visione critica sul mondo che mi circonda.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.