Renato Zero al Palasport di Roma

renato-zeroUn Renato Zero che dialoga con il pubblico romano, il pubblico che ama, i suoi sorcini; è in forma e si permette anche di lanciare frecciatine al governo italiano. Ma soprattutto tanta musica: 2 ore e 40 minuti di musica-spettacolo, 26 brani che attraversano quarant’anni di storia musicale, senza poi contare i suoi cambi d’abiti, ben otto, ed un gioco di luci e colori mescolate ad immagini indimenticabili. ‘Zeronovetour‘ si presenta così, al Palasport di Roma, nella prima delle sei date.
Il suo nuovo disco, triplo disco di platino con oltre 300mila di copie vendute, si chiama “Presente” e contiene numerosi grandi successi.
Tra ‘Qualcuno mi renda l’anima’, ‘Salvami’ e ‘Morire qui’, Renato raccoglie applausi di un Palasport generoso e caloroso, tutto esaurito. Lui è arrivato puntuale, alle 9, con un completo nero, bombetta nera in testa, ed esordisce con ‘Vivo’ tratto dall’album ‘Zerofobia’.

[ad]

“Questa è Roma. Quanto mi avete fatto tribolà con sti biglietti, ve li siete magnati. Ma m’avete dato una grande soddisfazione miei romani. In tempi di reflussi e di razzismi vari, è sempre l’incontro la formula vincente. Perchè noi romani non rimandiamo a casa nessuno. Un piatto di spaghetti li facciamo ‘abbastà'”, dice in ‘romanaccio’ tra gli applausi del pubblico in delirio.

Il cantante cambia velocemente il suo abbigliamento, passando da un completo bianco a uno bianco e grigio argento, con le scarpe rosse e le punte rotte, dalla giacca e bombetta azzurra e pantaloni grigi fino a un eccentrico abito interamente rosso.
Arriva poi il momento della sua stoccata al governo, in particolare al ministro Renato Brunetta: “C’è qualche ministro che dice che noi artisti siamo dei perditempo. Si vede che lui, il tempo, lo sa impiegare meglio…magari di notte!”.
Il massimo del divertimento arriva quando anche il grande Renato si mette a parlare di Facebook: “Lasciate perdere Facebook, è una c…ta, tornate per strada, incontratevi con gli amici, andatevi a mangiare una pizza”.
Per concludere ha poi presentato un inedito “Gli unici” per il pubblico che tanto lo ama e che da anni lo segue. Renato sarà ancora al Palalottomatica questa sera, lunedì e martedì prossimo, per poi tornare con due nuove date, il 21 e il 22 dicembre.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.