La triste storia di Antonello Venditti in un libro

antonello-venditti1Si chiama “L’importante è che tu sia felice” il libro edito da Mondadori che racconta la triste storia di un ragazzaccio romano chiamato e da tutti conosciuto come il grande Antonello Venditti. E’ la storia di un ragazzo che soffre per essere cresciuto con una mamma ossessiva e incapace di amare, una mamma che gli ha devastato la vita: la signora Wanda Sicardi Venditti, una professoressa troppo presa da se stessa.

[ad]

A dare il titolo al libro è una ricorrente frase della signora Wanda, una frase riservata al piccolo Antonello, paffutello e insicuro.
Il cantautore romano descrive la mamma e il suo comportamento: «Ha immaginato per me una vita di amarezze e delusioni in cui avrebbe potuto ancora farmi da mamma».

Ad opporsi allo squallido comportamento della madre di Antonello è Vincenzo Italo, il papà del cantautore, una figura paterna a 360 gradi, l’esatto contrario di sua madre: appoggia in tutto suo figlio Antonello.

Venditti non ha ripensamenti: «La mamma riusciva sempre fino all’ultimo a toccare il mio nervo scoperto: mi voleva perdente e fallito. Mi ha lasciato un baule che non ho ancora aperto. E non credo che lo farò. Le è andata male: grazie a lei mi sono conquistato con fatica la mia libertà di uomo e di artista. Quella che ho scritto è una sorta di autobiografia informale in cui tutti i personaggi, dal Dalai Lama al mio amico meccanico, da Jaco Pastorius a Marcello Casco, sono messi sullo stesso piano».

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.