The Beatles: di nuovo in classifica

BeatlesAbbeyRoadSembra di essere tornati indietro di quarant’anni, di aver fatto un grande tuffo nel passato… niente affatto! Stiamo parlando della Beatlesmania, quella che sta colpendo le generazioni ultime. Stiamo parlando di quattro album piazzati in una settimana tra i primi dieci della classifica inglese, e ancora meglio va in America, con cinque album nella top ten e cifre da capogiro.

Solo negli Stati Uniti, in una sola settimana (quella rilevata dall’uscita fino al 13 settembre) hanno venduto 626.000 copie di singoli album, più 38.000 dei due cofanetti (che quindi vanno moltiplicati per 13 o 14 al fine di dedurre le singole copie) e così la cifra supera abbondantemente il milione. Anche in Italia (i rilevamenti arriveranno lunedì prossimo) le vendite vanno forte. In alcuni punti vendita i cofanetti sono già esauriti e i commessi ammettono candidamente che non erano preparati a un simile arrembaggio.

Non si parla solo di nostalgici che vanno alla ricerca di quel passato musicale recitato e condotto dai mitici “scarafaggi”, ma di un ritorno al rock inglese che ha fatto grande la storia di tutto il rock. I Beatles hanno rappresentato una innovazione, una grande forza per tutti, i giovani di quegli anni impazzivano per loro. Ecco che si è ritornati ad una epidemia simile, sono ritornati i fans sfegatati di quel mondo che appartiene solo ai Beatles, fatto di emozioni, differenziandosi, nonostante gli anni, dall’apatia che circola sui cd che vanno dal 2000 in su. Il confronto non regge! Siamo abituati ad ascoltare musica, se così la si può definire, che ha il sapore di una singola estate, di un solo momento invernale, che accompagna le lunghe giornate di pioggia, che allieta il nostro lavoro e che ci distrae dal nostro studio, lì ad aspettarci. Ecco, invece, i Beatles, un nome che sembra non morire mai, destinato ad essere imprigionato nei secoli nel mondo della musica, reggendo a quattro decenni di distanza e vendendo come se fossero prodotti del momento! Sono, senza ombra di dubbio, prodotti in via d’estinzione, come tutti i grandi artisti della musica.

1 Commento su The Beatles: di nuovo in classifica

  1. Anche se è passato un’anno da quando l’hai scritto, non posso non correggere

    Beatles non vuol dire Scarafaggi. Cockroach è scarafaggio, beatle vuol dire coleottero, o qualcosa di simile ad insetti molto meno schifosi

    ciao grazie

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.