Critiche al nuovo album “Scream” di Chris Cornell.

Chris Cornell

Avete mai ascoltato i Soundgarden o gli Audioslave? Io si e devo dire che erano dei gruppi davvero tosti che facevano un rock davvero interessante. Cos’hanno in comune queste band? Il cantante, ovverto Chris Cornell. Si separò definitivamente dagli Audioslave nel febbraio del 2007 per “conflitti personali e divergenze musicali”.

Chris non è nuovo a lavori da solista, visto che questo album, “Scream”, è il suo terzo lavoro. Quando venne fuori la notizia che “Scream” sarebbe stato prodotto da Timbaland, la critica e molti suoi fans storsero il naso. E come dargli torto. Timbaland è un personaggio molto distante dal sound di Cornell, lui è un cantante e produttore hip-hop e dance, non centra assolutamente nulla con il rock.

Fatto sta che in questi giorni è uscito il primo singolo estratto dall’album, ed io ovviamente sono andato subito ad ascoltarlo. Sentire Chris Cornell cantare una canzone del genere mi ha fatto davvero “strano”. “Part of Me” infatti è il classico brano orecchiabile pop alla Timbaland… alla “Apologize”. La canzone insomma non è certo da buttare, ma è chiaro che questa canzone ha stravolto completamente sia i tanti fans (che l’abbandoneranno) che la critica.

Lui si è giustificato dicendo che la sua vena compositiva non può essere repressa, e che quindi deve essere libero di fare ciò che più gli va a genio. Contento lui se questa musica lo soddisfa. Sotto vi allego comunque 2 videoclip, uno è il nuovo singolo mentre l’altro è una canzone che personalmente adoro, “Be Yourself”, quando ancora stava negli AudioSlave.

1 Commento su Critiche al nuovo album “Scream” di Chris Cornell.

  1. Avevi ragione,sentire la nuova canzone per la prima volta è un po’ shockante considerato il fatto che anche io ero abituata a sentirlo con gli Audioslave…e onestamente anche il suo nuovo look non mi fa impazzire,lo preferivo coi capelli da vero rocker. Sono davvero perplessa…

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.